Durata
1 Giorno


Overview

La “società dell’informazione” impera e con essa mutano i modi di pensare, sentirsi e relazionarsi. 

Il processo di apprendimento, nella scuola e nell’impresa, cambia a sua volta?

I cosiddetti nativi digitali imparano diversamente dagli “immigrati digitali”?

Un’area emergente dello studio psicologico, la “psicologia dei nuovi media”, affronta questi temi e offre importanti spunti di riflessione operativa circa le modalità (in parte) nuove con cui disegnare e condurre i percorsi di apprendimento.

I momenti critici sui quali concentrare l’analisi rimangono quelli dell’attenzione, dell’ascolto, della comprensione, del ricordo e del passaggio all’azione.

L’obiettivo della presente proposta formativa è offrire un panorama aggiornato della situazione, approfondire le tematiche di maggior rilevanza pratica per la formazione aziendale e trarre suggerimenti su come guidare l’apprendimento in presenza di stili cognitivi forgiati di nuovi media.

Programma

• Nuovi media e apprendimento: cambia? Cosa cambia?

• Le “generazioni digitali”: text, web, social media, touch.

• Le prospettive dell’educazione intellettuale: monocognizione, metacognizione, fantacognizione.

• Nella mente dei nativi digitali: schemi cognitivi e situazioni emozionali.

• Gli eterni nodi dell’attenzione e della memorizzazione.

• La comunicazione didatticamente orientata e il “teaching by prompting”.

• Modelli di apprendimento e regie didattiche: Kolb, Bonwell e Edison, Dee Fink.

• Il formatore come manager della dinamica mentale.

Docente/i

Francesco Muzzarelli
Svolge da 22 anni l'attività libero – professionale di formatore, consulente e conferenziere presso l’impresa, la pubblica amministrazione e l’università. È docente senior di competenze manageriali presso numerose business school del sistema confindustriale e cooperativo. Si occupa di comportamento organizzativo, comunicazione interpersonale, didattica degli adulti, psicodramma classico e coaching individuale. È professore a contratto presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna e il dipartimento di Scienze Umane dell’Università della Repubblica di San Marino. È autore di oltre 120 scritti pubblicati da riviste specializzate o costituenti volumi autonomi (saggi di attualità economico - sociale, manuali professionali, testi per la didattica universitaria).

Destinatari

Formatori, Responsabili di funzione con riguardo particolare a HR.

 

Potrebbe interessarti

Scopri i corsi correlati all'area Risorse Umane e Organizzazione > clicca qui