Le lean nei cantieri edili: un successo la prima edizione del percorso

Se si rafforzano gli investimenti, cresce anche la complessità con cui fa i conti chi opera nel settore delle costruzioni: le imprese della filiera si trovano ad affrontare oggi molteplici nuove sfide. Da qui la scelta di proporre un percorso dedicato all’applicazione della metodologia lean nei cantieri, promosso da Niuko Innovation & Knowledge in collaborazione con la sezione Costruttori edili e impianti di Confindustria Vicenza e con la scuola Costruzioni Vicenza Andrea Palladio. L’iniziativa è sostenuta da un contributo della Camera di Commercio di Vicenza. Dopo la prima edizione, che si è chiusa con successo, sono al via nuovi percorsi: il secondo corso prenderà il via il prossimo 18 gennaio, mentre un terzo percorso è in programma nei prossimi mesi.

«Negli ultimi anni – spiega Luca Martinello, trainer che ha guidato il corso – è cresciuta la complessità dei progetti con edifici e opere tecnologicamente sempre più avanzate che richiedono il contributo e il coordinamento di molteplici figure specialistiche. Di pari passo è aumentata anche la complessità dei processi, con i vincoli legati al rispetto di normative e procedure sempre più estese, complesse e stringenti. Nuove sfide sono legate anche alla digitalizzazione dei processi interni, mentre le imprese fanno i conti con una carenza generalizzata di personale specializzato sul campo».

Il lavoro nei cantieri è insomma oggi molto lontano dal luogo comune legato all’immagine del muratore impiegato solo in mansioni pratiche e manuali.

Di fronte alla sfida della complessità, continua Martinello, «molte aziende della filiera delle costruzioni si stanno interrogando su come riuscire oggi e nei prossimi anni a mantenere alti livelli di qualità e soddisfazione dei clienti preservando il giusto margine d’impresa. In tal senso l’utilizzo del lean management nello sviluppo delle organizzazioni e dei processi sta diventando importante per le costruzioni come lo è stato per il manifatturiero».

Fra le aziende che hanno partecipato alla prima edizione, figura anche la Trevisan Impianti, realtà vicentina che conta una trentina di dipendenti specializzata nella realizzazione di impianti tecnologici termotecnici e meccanici. «Ho aderito al percorso – spiega Massimo Trevisan, amministratore delegato – con l’obiettivo di consolidare il processo di modernizzazione dell’organizzazione interna. Sono convinto che di fronte alle sfide del presente anche nel nostro ambito sia necessario ripensare i modelli e le procedure di lavoro e il percorso proposto andava nella giusta direzione, ci ha fornito strumenti che si stanno rivelando molto utili. L’applicazione al mondo delle costruzioni del modello lean che tanto successo ha avuto nel mondo della produzione industriale, aiuta a ripensare i processi e coinvolgere tutte le figure aziendali andando a ottimizzare il processo più che le singole fasi costituenti il processo stesso».

Per maggiori info: andrea.bigarella@niuko.it