Custom text

 

I perché di un progetto per la digital transformation in ambito Operations e supply chain 

In un mondo in continua trasformazione la digitalizzazione dei processi per garantire efficienza e business continuity è essenziale. Lo scopo di questo percorso formativo è introdurre i partecipanti alle tecnologie digitali che possono migliorare il processo e creare un vantaggio competitivo per l’azienda nell’ambito del processo produttivo, delle Operation e della Supply Chain.

IIoT, MES, manutenzione predittiva, digital procurement sono solo alcuni dei termini che saranno trattati durante gli interventi.

Il percorso non vuole essere solo concettuale, ma anche prettamente pratico:  i partecipanti saranno coinvolti in project work per comprendere, tramite il learning by doing, come eseguire un assessment e costruire una roadmap di trasformazione digitale per la propria azienda.

Custom text

Che cosa “ci si porta a casa”

Il percorso offre importanti occasioni di apprendimento:  

  • Una overview sulle tecnologie abbinate ai processi che coinvolgono le operations in senso esteso, dallo shopfloor al procurement: conoscerle è fondamentale per decidere in termini di priorità e di appropriatezza degli investimenti in tecnologia e sistemi
  • L’acquisizione di un Assessment sulla dotazione attuale delle tecnologie, applicabile facilmente alla propria azienda   
  • La capacità di comprendere se la tecnologia già adottata in azienda è coerente ed efficace rispetto alla propria realtà produttiva
  • La capacità di verificare l’utilità di tecnologie implementabili e non ancora adottate nella propria realtà, anche alla luce delle nuove esigenze tecnologiche introdotte dalla pandemia
  • La capacità di costruire una Roadmap che definisca una modalità pianificata ed efficace per implementare le soluzioni stabilite, includendo variabili organizzative (e legate alle competenze), di processo e tecnologiche.

 

Chi non può mancare

Il percorso è rivolto a

  • Direttori generali
  • Direttori Produzione
  • Direttori  Operations
  • Direttori IT
  • Innovation manager
  • Digital Manager
  • Kaizen Promoter Officer con forte orientamento alle tematiche digitali

Custom text

L’esperienza formativa e gli strumenti di apprendimento

Il percorso formativo beneficia di risorse che garantiscono un apprendimento efficace, integrato e personalizzato:

  • Il colloquio di orientamento: una call video o telefonica, non impegnativa, che permette di valutare la rilevanza del percorso in base a ruolo e obiettivi professionali  
  • Gli incontri d’aula virtuale (on line su zoom) nei quali si sviluppa il dialogo con i docenti gli esperti e si acquisiscono contenuti e strumenti utili per comprendere, decidere, fare.
  • Gli incontri d’aula in presenza: compatibilmente con l’evoluzione normativa, alcuni incontri potranno essere in presenza per permette il networking e facilitare l’interazione fra i partecipanti.
  • Inspirational moment: brevi meeting virtuali al di fuori degli incontri di formazione programmati, con testimonial di casi di introduzione di sistemi digitalizzazione delle Operation
  • Il project work: I partecipanti saranno suddivisi in gruppi omogenei per tematica di interesse per individuare spunti di miglioramento e definire un progetto di introduzione di strumenti digital all’interno di un’azienda ospite. L’attività sarà eseguita in presenza presso alcune aziende terze scelte, in ogni caso sarà calibrata nelle sue modalità in base all’andamento della situazione epidemiologica.
  • Le pillole Skilla: permettono la fruizione asincrona di contenuti specifici di approfondimento a supporto dell’apprendimento. Offrono un’occasione di apprendimento a supporto della leadership del processo di cambiamento digitale in azienda.

 

Custom text

Il programma: gli incontri di formazione online   

Gli incontri si pongono l’obiettivo di introdurre alle best practices in ambito digitale che possono impattare nell’ambito Operation, sia in termini di generazione ed analisi dati che alla gestione del processo produttivo, alle tecnologie e strumenti attualmente disponibili nonché ai trend di mercato.

La generazione del dato in azienda e nei processi produttivi, la cultura del dato (venerdi 28 maggio 2021 pomeriggio)

Le innovazioni tecnologiche nei processi produttivi (sabato 29 maggio 2021 mattina)

Gli applicativi nella gestione Operation & Supply Chain (venerdi 11 giugno pomeriggio e sabato 12 giugno 2021 mattina)

Dalla manutenzione predittiva di campo alla manutenzione predittiva data-driven (venerdi 25 giugno pomeriggio)

Assessment per l'introduzione delle Digital Operation. Cenni sulla metodologia agile per gestire la digital transformation (sabato 26 giugno 2021 mattina)

 

Custom text

Durata corso e aspetti organizzativi

Il percorso formativo si sviluppa su 7 mezze giornate di formazione online (suddivise tra venerdi pomeriggio e sabati mattina) a cui seguiranno dei brevi incontri (inspirational moment) al di fuori dei moduli formativi con testimonianze nell’ambito della Digital Operation.

Sono previsti inoltre tre giornate per la presentazione, esecuzione, supervisione e presentazione del project work.

I plus del progetto

  • Un progetto sviluppato in partnership con due player della Digital Transformation, rispettivamente Kvalue e MIPU, portatori di competenze profonde e complementari.  
  • Una faculty di esperti che conoscono direttamente le imprese di ogni dimensione
  • Un’occasione di scambio di esperienze e di networking tra pari, oltre che di incontro con esperienze “di frontiera”
  • Un progetto “leggero”, con un mix di aula e online,  con incontri di mezza giornata che si inseriscono facilmente nell’agenda, anche nella formula venerdi pomeriggio-sabato mattina

Custom text

 

La Faculty

 

Marco Pietrobon

Project Manager in area operation. Ha iniziato la sua carriera in industrializzazione dei processi per realtà multinazionali in particolare seguendo l’introduzione di tecnologie digitali a supporto del processo logistico. Si occupa attualmente dell’analisi logica dei processi produttivi in ottica di automazione e digitalizzazione. Coordina un team di 4 ingegneri con competenze trasversali in progetti di sviluppo aziendale che partono dalla revisione layout complessivo fino alla progettazione delle attrezzature della singola fase di lavoro. Il tutto organizzando una struttura operativa adatta al recupero e alla trasformazione digitale delle informazioni di processo. Ogni informazioni ricavata in fase di produzione può diventare ottimizzazione e miglioramento del processo stesso.

Giulio Vialetto

Consulente aziendale in ambito digital transformation e dottore di ricerca nell’ambito del machine learning ed intelligenza artificiale in ambito energetico per i processi industriali. Coniuga la sua esperienza professionale in PMI e multinazionali per migliorare i processi aziendali, digitalizzare ed automatizzare i processi, introdurre ed educare alla cultura del dato con attività di ricerca universitaria. Fa parte del Reviewer Board di Future Internet e collabora con riviste quali Big Data and Cognitive Computing, Forecasting, Remote Sensing, Sensors e Stas di MDPI. La sua sfida in ogni progetto non è la tecnologia da adottare ma il coinvolgimento delle persone in quanto sono la figura centrale in ogni processo di cambiamento.

Riccardo Centomo

Consulente aziendale in ambito operation e business intelligence. Porta la sua esperienza diretta in ambito produttivo per migliorare i processi aziendali, introdurre automazione e digitalizzazione. I progetti sviluppati si focalizzano sulla mappatura, progettazione e realizzazione dei flussi dei materiali ed informativi per sviluppare il valore del cliente. Le soluzioni adottate partono sempre dalla ricerca di ottimizzare ed ottenere performance misurabili ed efficaci. La grande sfida è quella di avvicinare sempre meglio il know how umano con l’affidabilità e l’efficienza della digital transformation.

Giulia Baccarin

Dopo la laurea con lode in Ingegneria Biomedica con una tesi sulla modellazione predittiva, ha trascorso i primi anni della sua carriera in Giappone per una società di consulenza. Rientra nel 2008 in Italia per fondare la prima filiale di quella che oggi è la più grande realtà europea specializzata in manutenzione predittiva. Nel 2012, con l’obiettivo di supportare i giovani talenti italiani, co-fonda MIPU Predictive Hub, gruppo di azienda che porta tecniche predittive e Intelligenza artificiale nella fabbrica e nella smart city con una forte missione etica: promuovere sostenibilità e inclusione sociale. Il gruppo conta oggi un team di 60 persone e progetti con le principali realtà industriali del mondo. Da oltre 5 anni Giulia è anche impegnata pubblicamente nella promozione di una discussione profonda sul ruolo dell’Etica nell’Intelligenza Artificiale e sul gender gap all’interno degli ambiti STEM.

Custom text

L’investimento

L’investimento include la partecipazione a tutte le esperienze formative e ai meeting, le pillole Skilla, oltre al supporto della tutorship e dell’esperto nello sviluppo del project work.

  • Quota per iscrizioni da parte delle imprese: 1450 euro + IVA 
  • Quota per iscrizioni individuali a carattere privato: 1300 euro IVA inclusa
  • Sconto riservato ad aziende che hanno sottoscritto la Niuko Learning Box: 25%   
  • Early bird: per le adesioni che pervengono entro il 3 maggio è prevista una riduzione della quota pari al 10% (non cumulabile con il vantaggio Niuko Learning Box)
  • E’ possibile finanziare la partecipazione al percorso attraverso il voucher formativo di Fondimpresa 

Custom text

Fissa la tua call con Andrea Bigarella per approfondire i contenuti del progetto!

Custom text

Andrea Bigarella - Account manager
m. +39 3402475134
andrea.bigarella@niuko.it
t. +39 04441757710