DGR 526 del 28/04/2020 – 1495-0001-526-2020 L2 Il valore della diversità di genere in azienda per ecosistemi lavorativi “smart”

Progetto avviato - FONDO SOCIALE EUROPEO – Strategia Europa 2020

FSE Strategia Europa 2020

POR 2014 – 2020 – Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione”
Asse I – Occupabilità – Obiettivo tematico 8 – priorità d’investimento 8.iv L’uguaglianza tra uomini e donne in tutti i settori, incluso l’accesso all’occupazione e alla progressione della carriera, la conciliazione della vita professionale con la vita privata e la promozione della parità di retribuzione per uno stesso lavoro o un lavoro di pari valore
IL VENETO DELLE DONNE – STRUMENTI PER LA VALORIZZAZIONE DEI PERCORSI PROFESSIONALIE PER LA PARTECIPAZIONE AL MERCATO DEL LAVORO.

L’attuale scenario socio-economico e le trasformazioni tecnologiche esigono nuove riflessioni in merito agli indirizzi etici e di generazione di valore delle imprese e più in generale del mercato del lavoro; tali riflessioni non possono che prendere avvio compiendo uno sforzo di integrazione tra competenze tecnico-digitali e competenze umanistiche e creative, via indispensabile per favorire la realizzazione di nuove invenzioni e l’affermarsi di un nuovo rinascimento italiano. Le donne, che hanno assunto un ruolo da protagonista nell’epoca rinascimentale, danno un contributo fondamentale all’attuale esigenza di trasformazione e di necessaria integrazione tra arti liberali e arti meccaniche, tra competenze tecniche e competenze umanistiche.
A partire dal 2016, la Regione ha prestato particolare attenzione al tema delle pari opportunità, promuovendo 2 importanti iniziative: “Pari opportunità nel lavoro che cambia” (Dgr 254/2016), direttiva a supporto dell’occupazione femminile e “Protagonisti del cambiamento” (Dgr 1311/2018). La presente iniziativa intende essere un ulteriore strumento individuato dalla Regione del Veneto nell’ambito della strategia regionale di valorizzazione del capitale umano, al fine di supportare le donne nei processi di cambiamento per aumentarne l’occupabilità e la valorizzazione dei talenti. Con tale iniziativa si intende, inoltre, promuovere l’accesso delle donne alle discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) e diffondere maggiormente tra le donne la cultura d’impresa mettendo a disposizione delle lavoratrici, dei lavoratori e delle imprese strumenti utili a favorire l’ibridazione delle competenze.

I progetti si riferiscono a 3 Linee progettuali:
1) la prima Linea – IL FILO- dovrà prevedere interventi per favorire l’aumento dell’occupabilità delle donne disoccupate o inattive;
2) la seconda Linea – LA TELA – dovrà prevedere interventi per favorire la valorizzazione dell’esperienza professionale delle donne occupate;
3) la terza Linea – LA RETE –dedicata alla definizione e all’acquisizione di nuovi modelli organizzativi mediante servizi integrati e interventi di welfare aziendale e territoriale nonché alla sperimentazione in modo centralizzato dell’utilizzo del voucher di conciliazione quale strumento finalizzato a favorire il gender balance nelle imprese.

Il progetto 1495-0001-526-2020 L2 Il valore della diversità di genere in azienda per ecosistemi lavorativi “smart” si inserisce nell’ambito della Linea 2 “LA TELA”.

La digitalizzazione, la globalizzazione e i cambiamenti socio-demografici stanno avendo un profondo impatto sulla nostra società e stanno trasformando rapidamente il modus operandi delle imprese, i beni e servizi che utilizziamo e, nel complesso, la nostra vita quotidiana. Una delle sfide che le aziende si trovano ad affrontare è anche quella di poter contare su risorse umane in possesso non solo di competenze tecnico-specialistiche ma anche di un “mindset” digitale in grado di promuovere innovazione e creatività e, soprattutto, di soft skill di efficacia personale e relazionale beneficiando anche le donne di nuove opportunità. L’individuazione degli obiettivi specifici che hanno guidato la progettazione formativa si fondano sull’analisi dei fabbisogni di 17 aziende, prevalentemente di media e grande dimensione, che si caratterizzano per una significativa presenza di donne, anche a livello manageriale, seppur in misura differente in base alle funzioni di riferimento. Tali aziende, pur presentando tratti di eterogeneità settoriale e dimensionale, condividono la necessità di affrontare nuove problematiche derivanti dai rapidi cambiamenti economici, sociali e tecnologici che richiedono di sviluppare strategie organizzative adeguate, valorizzando nel contempo le competenze distintive della lavoratrici donne e il vantaggio competitivo di forme di organizzazione e gestione “agili” e flessibili anche basati sul valore aggiunto della “diversità”.

OBIETTIVO

La proposta progettuale intende perseguire i seguenti obiettivi:

  • promuovere percorsi di “contaminazione” delle esperienze delle donne sulle tematiche connesse alla gender diversity e alla valorizzazione del ruolo femminile in azienda;
  • trasferire a donne che svolgono ruoli a livello manageriale le principali tecniche e strumenti organizzativo-gestionali e operativi della metodologia AGILE al fine di ottimizzare i processi di gestione progettuale e introdurre processi virtuosi nei loro team;
  • supportare il management aziendale o ruoli apicali ricoperti da donne nell’esplorare la maturità aziendale rispetto all’adozione di modelli di lavoro agile per sostenere percorsi di cambiamento orientati verso un’organizzazione gender-oriented flessibile e dinamica;
  • approfondire la conoscenza delle principali funzionalità degli strumenti tecnologici più sicuri e performanti che supportano il lavoro da remoto per comprenderne le potenzialità nel loro utilizzo;
  • ampliare le conoscenze delle donne che ricoprono funzioni in ambito HR sull’utilizzo e potenzialità dei People Analytics & Big Data potenziando, nel contempo, le competenze socio-emotive per l’empowerment ed engagement organizzativo dei collaboratori;
  • supportare le aziende nella predisposizione di piani di smart working attraverso l’adattamento di modelli operativi e “sostenibili” finalizzati all’ottimizzazione dei processi lavorativi in ottica di genere e di conciliazione vita-lavoro;
  • approfondire la conoscenze degli strumenti e tecniche per gestire in maniera efficace team a distanza applicando pratiche manageriali per creare clima e contesto adatti alla virtual collaboration.

DESTINATARI

La proposta progettuale agisce, prioritariamente, su tre livelli aziendali:

  • donne titolari e manager d’impresa: sono le e-leader, ossia le “trascinatrici” di innovazione, responsabili dei processi decisionali;
  • profili femminili che rivestono ruoli apicali nelle diverse aree aziendali maggiormente interessate dal cambiamento organizzativo (HR, IT, Marketing, Amministrazione/Finanza/Controllo di Gestione, Facility Management e Acquisti): grazie al loro ruolo, agiranno nelle imprese come agenti e facilitatori del cambiamento in atto;
  • gruppi di lavoro misti: il coinvolgimento di gruppi aziendali e interaziendali, che ingaggino diversi ruoli organizzativi per affrontare i temi chiave necessari allo sviluppo di strutture organizzative flessibili, adattive e gender-oriented, in grado di evolvere in funzione delle richieste dell’attuale contesto socio-economico.

Contributo pubblico concesso: Euro 181.370,00
Soggetto beneficiario: Niuko Innovation & Knowledge Srl

Richiesta informazioni