Turing, il matematico che ci insegna a de-codificare

Turing, il matematico che ci insegna a de-codificare

Argomento: Competenze

Contents: 

Custom text

A Bletchley Park, il principale centro di crittoanalisi del Regno Unito, diede un contributo decisivo alla realizzazione della macchina elettromeccanica in grado di decodificare i codici creati dalla macchina crittografica Enigma, usata dai nazisti per scambiarsi messaggi cifrati durante la Seconda Guerra Mondiale.

L’innovazione sviluppata da Alan Mathison Turing (1912 – 1954), che fece i conti con l’iniziale scetticismo dei suoi superiori, si rivelò preziosa per la risoluzione del conflitto, eppure non venne mai riconosciuta perché al matematico, logico e crittografo britannico venne imposto il silenzio e i frutti delle sue ricerche furono coperti da segreto.

Gli ultimi anni della sua vita sono stati segnati dalla tragedia: Turing morì suicida a 41 anni a seguito delle persecuzioni subite a causa della sua omosessualità.

Una storia cui abbiamo scelto di dedicate una delle aule della nostra nuova sede, per ricordarci come la capacità di “de-codificare” sia oggi, in un tempo dominato dal valore dal dato, più che mai preziosa.

Scopri le storie degli altri innovatori: Richard Feynman, Mary Kenneth Keller, Karen Ida Boalth Spärck Jones, George Perkins Marsh, Hedy Lamarr, John Nash, Ada Lovelance Byron.

Contattaci
per capire come possiamo aiutare te o il tuo team