RiCREAzione! Linguaggi nuovi per il lavoro che cambia

RiCREAzione! Linguaggi nuovi per il lavoro che cambia

Argomento: Eventi

Contents: 

Custom text

Un evento “fuori dagli schemi”, con una formula nuova, che tiene insieme voci che rappresentano mondi diversi, dal coaching aziendale all’arteterapia, dalla musica all’arte scenica. Un’occasione unica per riflettere insieme su come, nel tempo dell’incertezza che stiamo vivendo, la capacità di innovare e di trasformare il nostro modo di lavorare, mettendo in campo nuove soft skills, è strettamente connessa alla capacità di “guardarsi dentro” e di coltivare la propria dimensione emotiva.

Mercoledì 28 ottobre, dalle 15.50 alle 18.00, Risorse in Crescita di Niuko Innovation & Knowledge promuove il digital event RiCREAzione, linguaggi nuovi per il lavoro che cambia: l’appuntamento rappresenta il momento conclusivo del progetto finanziato dalla Regione Veneto attraverso i fondi POR 2014-2020 L3 – Empower me! Soft&digital skills per il mondo che cambia (DGR 1311 del 10/09/2018 POR 2014 – 2020 – Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione”).

L’evento, proposto in modalità online, è gratuito con registrazione obbligatoria su https://www.niuko.it/eventi/ricreazione-linguaggi-nuovi-il-lavoro-che-cambia

 

IL PROGRAMMA DELL’EVENTO

Ecco che l’evento del 28 ottobre propone un suggestivo intreccio di fili ed esperienze tessute insieme dal moderatore Carlo Presotto, direttore artistico del centro di produzione teatrale La Piccionaia di Vicenza e docente adi Teatro d'Impresa all'Università Ca Foscari UNIVE e di Metodologie teatrali per l'educazione all'Istituto Universitario Salesiano IUSVE.

Il viaggio partirà dall’esperienza di Sabrina Fantini, facilitatrice di relazioni collaborative e percorsi di innovazione, consulente, coach e Fbu Advisor chiamata a stimolare il confronto sul tema della co-creazione. Prima che dalla tecnologia, da piani strategici e investimenti, l’innovazione nasce dalle persone. Dipende dal loro modo di vedere il mondo, di immaginare il nuovo, e dalla loro capacità di stare insieme, di combinare idee e azioni per produrre impatti positivi. Creatività e collaborazione sono le abilità da coltivare per trasformare la cultura aziendale in un terreno fertile: questo il focus della riflessione proposta dalla facilitatrice.

Sarà poi la volta di Manuela Guadagnini e Beatrice Moro: la prima è psicologa specializzata in musicoterapia e musicista, la seconda è una “figura ibrida” perché affianca al ruolo di responsabile logistica di una multinazionale il percorso di studi presso il centro di musicoterapia Alto Vicentino diretto proprio da Manuela Guadagnini. Grazie al loro intervento Inside out – Musica per scoprire le emozioni i partecipanti potranno sperimentare come la musica possa facilitare il contatto con le nostre parti emotive, allenandoci alla capacità di riconoscerle, accettarle e modularle con particolare attenzione ai risvolti nell’ambito lavorativo/professionale.

E se la capacità di co-creare e di connettersi con le proprie emozioni appare oggi fondamentale, il tempo turbolento che viviamo (a livello sociale e all’interno di molte delle nostre aziende) chiede anche di saper “vedere diversamente” o inTRAvedere, ampliando il nostro sguardo sul mondo per fare della crisi un’opportunità. Una competenza che anche l’arte può allenare: imparare a "vedere diversamente" capolavori di grandi artisti ci permette di leggere tra le pieghe del nostro abituale modo di guardare la realtà per arrivare a interpretare diversamente un evento, un legame, un conflitto. Un tema al centro dell’intervento Luisa Fantinel, storica e critica dell'arte, perfezionata in antropologia culturale e sociale e arte terapeuta. Un’occasione per riflettere anche su come l’arte possa stimolare i processi creativi all’interno delle nostre aziende.

A tracciare la sintesi conclusiva sarà Presotto.

 

IL PROGETTO

Il progetto in cui si inserisce l’evento sostiene una serie di interventi di carattere innovativo per supportare i lavoratori ad aprirsi al nuovo approccio al mondo del lavoro, investendo sulla formazione delle proprie competenze. Fra il 2019 e l’inizio del 2020, nell’ambito del progetto finanziato dalla Regione Veneto, sono stati organizzati 40 diversi corsi gratuiti proposti da Niuko in orario extralavorativo, con il coinvolgimento di circa 250 occupati: la forte adesione ai corsi dedicati al rafforzamento delle soft skill – e in particolare alle competenze emotive e relazionali – ha confermato quanto sentita sia la domanda di una formazione anche in quest’ambito, con proposte che il lavoratore sceglie perché consapevole di coltivare al tempo stesso la sfera privata e la sfera professionale.

 

Contattaci
per capire come possiamo aiutare te o il tuo team