Pandemia e stress lavoro-correlato, al via un nuovo progetto

Pandemia e stress lavoro-correlato, al via un nuovo progetto

Argomento: Competenze

Contents: 

Custom text

La pandemia ha portato con sé un aumento dello stress che finisce per ripercuotersi anche sul clima aziendale.

Niuko – Risorse in Crescita ha organizzato ed attivato un team di esperti – che integra psicologi del lavoro e consulenti in ambito gestione e sviluppo risorse umane - a disposizione per supportare le aziende nell’individuazione degli “eventi sentinella”, valutare possibili criticità e sviluppare azioni correttive.

Il supporto avrà essenzialmente due ambiti: interventi formati rivolti ai lavoratori e/o preposti; affiancamento al RSPP e/o i responsabili delle risorse umane per gli aspetti legati alle criticità e azioni correttive.

 

IL PERCHE’ DEL PROGETTO

 

La pandemia da Covid19 è stata un’emergenza sanitaria prima di tutto, ma non possiamo ignorare l’impatto che ha avuto a livello psicologico, sociale ed economico. L’incertezza che all’inizio riguardava la natura e gli effetti del virus e che continua ad accompagnarci se guardiamo al nostro futuro mette a dura prova il nostro equilibrio.

Molte aziende hanno dovuto sospendere l’attività, altre hanno dovuto ridurla ed altre ancora hanno visto aumentare i carichi di lavoro. E tutti abbiamo dovuto imparare a convivere con le restrizioni imposte dai protocolli anti-contagio.

Come accade in occasione di ogni cambiamento, l’essere umano deve compiere uno sforzo per adattarsi alla nuova situazione. E questo sforzo si chiama stress. Se all’inizio l’attivazione collegata alla tensione ci consente di essere più reattivi, pronti e produttivi, con il passare del tempo possono subentrare fatica e stanchezza.

È ciò che osserviamo in molte organizzazioni. Il disagio può essere rilevato osservando alcuni indicatori oggettivi, l’aumento delle non conformità e degli errori, l’aumento dell’assenteismo, un numero maggiore di richieste di trasferimento ad altri reparti o di cambi di turno, richieste di visite mediche extra, ma anche un aumento nei comportamenti scorretti o delle lamentele… Si tratta dei cosiddetti “eventi sentinella” presi in considerazione quando si valuta il rischio stress lavoro-correlato: essi possono essere un importante campanello di allarme  che dovrebbe portare l’attenzione sul benessere dei lavoratori e sull’organizzazione del lavoro.

Al fine di evitare di entrare in quello che tecnicamente si chiama il terzo stadio dello stress (dopo la fase di Allarme, c’è una fase di Resistenza, e poi se non c’è un recupero, si entra nella fase di Esaurimento), è opportuno intervenire. Ma come? Con misure di prevenzione che modificano l’organizzazione o la gestione del lavoro per renderlo più sostenibile, o interventi di formazione e supporto ai lavoratori per aiutarli a mettere in campo le migliori risorse per affrontare il cambiamento e a sviluppare la resilienza.

Per informazioni sul nuovo progetto: michele.bastianello@niuko.it – t. dir. 04441757712

 

Contattaci
per capire come possiamo aiutare te o il tuo team