La Regione Veneto a supporto delle imprese e del mercato del lavoro

La Regione Veneto a supporto delle imprese e del mercato del lavoro

Argomento: Opportunità

Contents: 

Custom text

Uno sguardo panoramico agli anni della crisi passata e ai fenomeni in corso ci possono aiutare a capire cosa aspettarci per questo 2018. I risultati recentemente pubblicati dall’Ufficio Studi di Confindustria, dipingono per le imprese una situazione di ripresa della produzione e dell’occupazione, anche se gli effetti della recessione non sono stati ancora completamente riassorbiti. Il Veneto si conferma tra le grandi regioni industriali europee, e la prima in Italia per apertura sui mercati internazionali. Anche gli studi di UnionCamere e Regione Veneto – su cui si basano le scelte di policy e investimento pubblico – evidenziano a livello macro la crescita del sistema produttivo, pur in presenza di persistenti fattori negativi: lenta ripresa dei consumi, aumento delle sofferenze bancarie, processi di selezione competitiva delle imprese attive, stasi relativa dell’occupazione.

Assunto che l’economia è l’arte di prevedere il passato, possiamo identificare alcuni trend che hanno un impatto già oggi sulle imprese:

- l’uso crescente di tecnologie digitali, che cambiano la value proposition aziendale, in termini di nuovi prodotti e di nuovi processi, modificano le pratiche organizzative e il ruolo delle persone, spingendo verso l’introduzione di nuovi business model più adatti a sfruttare il potenziale di innovazione disponibile;

- l’apertura ai mercati globali, di merci e competenze, non solo in termini di vendite all’estero e di reclutamento di talenti, ma come opportunità per interconnettere le funzioni aziendali con circuiti di conoscenza e scambio capaci di meglio soddisfare il cliente (con buona pace del protezionismo);

- la trasformazione progressiva delle imprese in sistemi aperti di generazione del valore, capaci di integrare attorno a progetti produttivi “pezzi” di organizzazione dislocati su macro-regioni globali, chiamati a ridefinire la propria identità attraverso relazioni a geometria variabile (con buona pace dei distretti produttivi di Marshall);

- la crescente consapevolezza che il vantaggio competitivo delle imprese si costruisce anche con un positivo radicamento nel territorio in cui operano, il che significa assumere un ruolo di corresponsabilità con lo “Stato” in senso ampio, sulla capacità di un territorio di essere attrattivo e di fornire un ambiente favorevole allo sviluppo;

- i rischi di obsolescenza delle competenze del personale, evidenziati dall’accelerazione tecnologica in corso, da fattori anagrafici e demografici, dai gap del sistema dell’istruzione;

- la complessità crescente del fare impresa, intesa come capacità di maturare una visione competitiva, di coinvolgere le risorse materiali, umane, finanziarie e relazionali necessarie, di prendere decisioni in un contesto volatile, incerto, complesso, ambiguo.

Le sfide vanno raccolte: in fin dei conti è incoraggiante pensare che occuparsi di opportunità di apprendimento significa in qualche modo contribuire a plasmare il futuro, trasformandole in fattori di crescita.

La Regione Veneto può sostenere il sistema delle imprese grazie alle risorse messe a disposizione dalla programmazione comunitaria. Ecco le priorità del Fondo Sociale Europeo per il 2018:

Target

Temi di intervento

Valore atteso

Imprese: personale dipendente e imprenditori

- internazionalizzazione

- responsabilità sociale d’impresa

- sviluppo e innovazione d’impresa

- contrattazione di secondo livello e welfare aziendali

- ricambio generazionale

- progetti di ricerca

33 milioni €

Imprese in stato di crisi

- outplacement

5 milioni €

Giovani NEET under 30 anni

Garanzia Giovani

44 milioni €

Disoccupati over 50 anni

Garanzia Adulti

12 milioni €

Disoccupati over 30 anni

- work experience

- assegno per il lavoro

47 milioni €

Studenti, neo diplomati

- verso il lavoro

- autoimprenditorialità

- ITS

>30 milioni €

Disabili L 68/99

- formazione e tirocinio

>15 milioni €

 

Scarica qui il documento completo. Per aggiornamenti, visita la nostra pagina dedicata.

 

Roberto Baldo

Contattaci
per capire come possiamo aiutare te o il tuo team