Industria 4.0 e sicurezza sul lavoro, al via la fase due

Industria 4.0 e sicurezza sul lavoro, al via la fase due

Argomento: Opportunità

Contents: 

Custom text

Si è conclusa con successo la prima fase  del progetto Industria 4.0 e sicurezza sul lavoro, destinato a favorire nelle aziende vicentine la conoscenza degli strumenti e delle possibilità offerte dal programma Industria 4.0 per migliorare la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.  Si apre ora la seconda fase, che propone percorsi in azienda per approfondire le diverse tematiche.

Negli incontri organizzati nelle scorse settimane sono state approfondite diverse tematiche tecniche (come la problematica della marcatura CE degli insiemi di macchine acquistate in ottica 4.0),  aspetti di natura organizzativo-gestionale (come le nuove tecnologie di “zoning” per il controllo della circolazione di carrelli in presenza di persone)  e anche di natura ergonomica (come l’utilizzo degli esoscheletri attivi e passivi per ridurre il carico di lavoro della muscolatura delle braccia e lombo-sacrale). 

“Abbiamo constatato che nelle aziende la conoscenza su questi temi è diffusa ancora a macchia di leopardo – commenta Marco Zanchin, coordinatore del progetto per conto di Niuko – proprio in questi momenti, dove mai come in passato sono a disposizione agevolazioni e contributi per fare innovazione a tutto tondo, è necessario che le aziende conoscano bene le possibilità offerte dalle nuove tecnologie disponibili, per non commettere errori che poi si possono ripercuotere in maniera pesante sia in termini economici che di salute e sicurezza”.

Il progetto di Niuko, che gode di un finanziamento della CCIAA di Vicenza e del sostegno di Confindustria Vicenza, proseguirà nei prossimi mesi con nuove attività di informazione e divulgazione, seguito da iniziative dedicate di “formazione-affiancamento” alle aziende o ai gruppi di aziende interessate  ad approfondire nel dettaglio alcuni dei temi proposti negli incontri.

Sulla base delle manifestazioni di interesse da parte delle aziende, verranno infatti attivati diversi “percorsi di formazione e contaminazione reciproca” che vedranno la partecipazione attiva delle diverse figure tecniche aziendali (informatici, digital expert, RSPP, tecnico sicurezza macchine ecc..) con l’obiettivo di instillare in ciascun partecipante i germi della contaminazione tra le innovazioni di Industria 4.0 e le tematiche legate alla sicurezza sul lavoro. I percorsi potranno avere durata variabile da 2 a 5 giorni in funzione delle richieste da parte delle aziende coinvolte.

Contattaci
per capire come possiamo aiutare te o il tuo team