Empower me! Quando la formazione è la chiave per affrontare il mondo che cambia

Empower me! Quando la formazione è la chiave per affrontare il mondo che cambia

Argomento: Competenze

Contents: 

Custom text

 

Il 76% dei lavoratori è disposto a seguire corsi di formazione anche al di fuori dell’orario di lavoro: è quanto emerge dall’ultima indagine annuale Cegos Observatory Barometer 2020.

Una tendenza che osserviamo da tempo anche noi (leggi l’articolo pubblicato lo scorso giugno su Veneziepost.it): in un contesto in rapida evoluzione cresce la consapevolezza, nei lavoratori – dipendenti o autonomi – della necessità di mettersi in gioco continuamente. Se sfumano i confini fra formazione aziendale e formazione scelta dal lavoratore (spesso percorsi iniziati in azienda vengono coltivati autonomamente nel tempo libero o viceversa), sfumano anche i confini fra formazione “per il lavoro” e formazione per coltivare la propria sfera privata perché -specie nell’ambito delle soft skill – le stesse competenze risultano preziose per entrambi gli ambiti.

IL PROGETTO

Queste alcune delle ragioni della buona risposta registrata dal progetto di Risorse in Crescita L3 - Empower me!: soft&digital skills per il mondo che cambia ( cod. progetto 1495-0001-1311-2018) finanziato dalla Regione Veneto attraverso i fondi POR FESR 2014-2020 (DGR 1311 del 10/09/2018 POR 2014 – 2020 – Ob. “Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione”).

Un progetto innovativo, che ha sostenuto una serie di interventi per supportare i lavoratori ad aprirsi al nuovo approccio al mondo del lavoro, investendo sulla formazione delle proprie competenze. Fra il 2019 e il 2020 sono stati organizzati 40 diversi corsi gratuiti proposti in orario extralavorativo, con il coinvolgimento di circa 250 occupati: soft skill, digital skill e lingue i tre ambiti in cui si sono orientate le proposte, che hanno ottenuto una forte adesione, tanto che per rispondere alle domande arrivate per alcuni corsi sono state proposte due o più edizioni.

LE TESTIMONIANZE

Fra i corsi in ambito digital figurano le proposte “Padroneggiare gli strumenti digitali in modo consapevole per risolvere i problemi” e “Utilizzo corretto degli strumenti digitali e tutela della privacy”, tenuti entrambi dal docente Ferruccio Dall’Aglio.

Guarda la testimonianza di due corsiste:

 

Youtube

Custom text

 

Molto partecipati anche i corsi dedicati alle “Strategie di gestione dello stress e autocontrollo” affidati al docente Matteo Rinaldi: proposte che hanno permesso ai partecipanti di sperimentare la tecnica della mindfulness. Fra le corsiste anche Anita Zuin, ecco la sua testimonianza: «Ho frequentato il corso l’anno scorso prima dello scoppio della pandemia: si è rivelato particolarmente utile. Questi mesi, anche dal punto di vista lavorativo, sono stati molto difficili e stressanti: lavorando nell’ufficio risorse umane di un’azienda mi sono trovata ad affrontare molte situazioni complesse e impreviste e devo dire che le tecniche apprese mi hanno aiutata. Non solo: per tenerci in contatto anche dopo la conclusione del corso fra i partecipanti abbiamo mantenuto una chat, un canale aperto che usiamo per confrontare esperienze e scambiarci consigli».

Ai corsi in ambito soft skill e in ambito digital si sono affiancati i percorsi dedicati alle lingue: oltre alle proposte generalmente più gettonate come inglese (base e avanzato), tedesco e spagnolo, anche i corsi di cinese e russo che hanno suscitato un notevole interesse e curiosità e quindi raccolto entrambi una buona adesione.

Contattaci
per capire come possiamo aiutare te o il tuo team