E tu che salto fai? Dalla matita alla carta realizzata con gli scarti fino alle auto green: le soluzioni “Made in Vicenza” per fare delle nostre aziende luoghi più sostenibili

E tu che salto fai? Dalla matita alla carta realizzata con gli scarti fino alle auto green: le soluzioni “Made in Vicenza” per fare delle nostre aziende luoghi più sostenibili

Argomento: Eventi

Contents: 

Custom text

E tu che salto fai? Questa la domanda al centro dell’edizione 2021 di M’illumino di meno in programma venerdì 26 marzo 2021.

 

La nostra adesione all’iniziativa è stata occasione per raccogliere e mettere in circolo, fra le aziende del territorio e fra i nostri corsisti, alcune buone pratiche, azioni di semplice attuazione che possono contribuire a rendere più green i nostri luoghi di lavoro e rendere possibile un “salto di specie”, quell’evoluzione più che mai necessaria per far fronte all’emergenza del cambiamento climatico.

 

LE ESPERIENZE DI FAVINI, RASOTTO GROUP E ALISEA

 

Un salto di specie cui molte aziende stanno guardando con interesse è rappresentato dalla possibilità di convertire la flotta aziendale. Leader in questo mercato, la Rasotto Group di Dueville ha scelto di installare in ogni sede due colonnine per le ricarica delle auto elettriche che – negli orari di apertura della sede – possono essere utilizzate non solo dei clienti dell’azienda, ma da tutti  gli automobilisti. Non solo: nel negozio del noleggio sono a disposizione monopattini elettrici ed e-bike. Un’occasione per promuovere, anche fra le aziende, nuove forme di mobilità alternativa.

 

La carta utilizzata per le brochure e le pubblicazioni aziendali? E’ prodotta secondo il modello dell’economia circolare: da anni la Favini di Rossano Veneto ha avviato un’attività di ricerca che ha portato allo sviluppo di soluzioni alternative per utilizzare sottoprodotti (agrumi, frutta secca, scarti della produzione del vino…) come materie prime preziose per la realizzazione di carte a basso impatto ecologico. Sono sempre più numerose le aziende che scelgono questi prodotti, anche come occasione per lanciare un messaggio ai propri clienti.

Custom text

 

 

Prodotta dalla Alisea  - azienda certificata B Corp - con sede a Vicenza, Perpetua non è una semplice matita. Chi la usa consuma e ricicla scrivendo 15g di polvere di grafite, recuperata dai processi di lavorazione industriale, che altrimenti sarebbe finita in discarica. Grazie alla community internazionale di Perpetua sono stati riciclati oltre 27 tonnellate di grafite. Confindustria Vicenza ha scelto Perpetua Lumina, risultato dell’incontro tra sostenibilità, fotoluminescenza e innovazione tecnologica. Realizzata con una particolare bioplastica (ottenuta utilizzando ingredienti da fonti rinnovabili), la sua gomma cattura e trattiene sia la luce solare che quella artificiale per poi restituirla illuminandosi al buio con un’intensità che cala progressivamente. Un’affascinante e magica luce fluo di colore blu o verde, capace di accompagnare nelle ore notturne: un dettaglio originale e inconsueto per gli adulti, un’amica contro la paura del buio per i più piccoli.

Custom text

 

LE VOCI DEI CORSISTI

 

Alcuni contributi preziosi arrivano anche dai corsisti che hanno partecipato nei giorni scorsi al corso Consum-autori, proposto da Risorse in Crescita, società controllata di Niuko Innovation and Knowledge, nell’ambito del progetto FSE DGR 816 del 11/06/2019 L2 – Rsi: sviluppo sostenibile per le aziende venete.

 

Scegliere di salire le scale a piedi anziché prendere l’ascensore, dedicare un luogo, all’interno dell’ufficio, per la pratica di mincorsi di yoga prima di iniziare la giornata lavorativa, un ampio spazio lasciato al parcheggio per le biciclette, l’utilizzo di bicchieri e tazze in materie compostabili: ecco alcune delle proposte avanzate da Mireille Mocellin, frutto (anche) della sua esperienza internazionale.

 

Spegnere tutti i dispositivi (anche quelli in stand-by) ogni volta che si esce dall’ufficio, stimolare i dipendenti ad acquistare ciascuno una pianta per rendere più green gli uffici, appendere al frigo presente in azienda una lista di frutta e verdura stagionale e affidarsi a servizi di fornitura di cibo bio, dotarsi di tazze al posto delle tazzine monouso del caffè. Queste solo alcune delle iniziative suggerite da Alice Pomiato: laureata in Comunicazione all'Università di Padova nel 2015, dopo un viaggio di più di due anni fra Australia e Nuova Zelanda è rientrata in Italia con l’obiettivo di dar vita a un progetto digitale dedicato alla comunicazione della sostenibilità.

 

L’IMPEGNO DI NIUKO

In Niuko siamo impegnati da tempo nel promuovere, fra i dipendenti e i nostri clienti, piccole pratiche quotidiane che possono contribuire a costruire una nuova cultura.

Da alcuni anni proponiamo, nel mese di settembre, una Green Week con iniziative informative, formative e di sensibilizzazione dedicate ai nostri dipendenti, e anche la nostra nuova sede, che ha “aperto i battenti” nel dicembre 2020, è stata occasione per un salto di specie.

Fra i corsi proposti dal nostro catalogo interaziendale segnaliamo il percorso “La gestione ambientale: dalla gestione di impresa all’ecodesign di prodotto”.

Al tema dell’economia circolare abbiamo dedicato nel 2019 un importante appuntamento nell’ambito del festival Maps for Future. Guarda il video con l'intervista a Susanna Martucci. 

Youtube

Contattaci
per capire come possiamo aiutare te o il tuo team