DPCM 26 aprile 2020, le regole per la riapertura delle aziende nella fase 2

DPCM 26 aprile 2020, le regole per la riapertura delle aziende nella fase 2

Argomento: Competenze

Contents: 

Custom text

Di seguito alleghiamo il DPCM 26 aprile 2020, nel quale sono dettate le regole per la graduale riapertura delle attività produttive.

 

Nei prossimi giorni aggiorneremo il ns sito anche con i primi commenti tecnici sui vari articoli che caratterizzano il corposo provvedimento, che presenta anche 10 allegati per un complessivo di 70 pagine.

 

Si segnala in particolare che il DPCM contiene:

1. In Allegato 6 la versione aggiornata del Protocollo condiviso con le parti sociali per il contrasto dell’epidemia nei luoghi di lavoro

2. In Allegato 7 l’analoga versione del Protocollo ma relativo alle attività svolte nei cantieri edili e di genio civile

 

In riferimento all’ Allegato 6, l’aggiornamento del protocollo  per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro prevede alcune novità, tra l’altro: 

• La generalizzazione dell’utilizzo della mascherina nei luoghi di lavoro dove sono presenti più lavoratori, come regola generale aggiuntiva rispetto all’obbligo già esistente nei casi di distanza inferiore a 1 metro;

• L’obbligo del Committente di lavori affidati ad imprese terze (appaltatori) di far rispettare le disposizioni anticontagio anche alle imprese stesse

• La necessità del  certificato medico di avvenuta negativizzazione del tampone per il rientro dei lavoratori contagiati dal Virus.

• La collaborazione del Datore di lavoro  con le Istituzioni che decidano, in zone particolarmente a rischio, di adottare misure specifiche

• La necessità di effettuare una sanificazione straordinaria al momento della ripresa per le imprese in zone maggiormente endemiche o in presenza di casi sospetti di COVID19;

 

 

Per quanto riguarda l’Allegato 7 e quindi i cantieri edili, nel Protocollo aggiornato il 24 aprile scorso con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture, si segnala che:

• E’ obbligatoria la misura della temperatura corporea ai lavoratori prima dell’ingresso in cantiere. 

• L’azienda deve provvedere alla sanificazione almeno giornaliera ed alla organizzazione degli spazi per la mensa e degli spogliatoi per lasciare nella disponibilità dei lavoratori luoghi per il deposito degli indumenti da lavoro e garantire loro idonee condizioni igieniche sanitarie;

• Il datore di lavoro deve provvedere per tutti i lavoratori di  indumenti da lavoro e DPI  anche con tute usa e getta;

 

 

Per ulteriori informazioni: 

Marco Zanchin

e-mail marco.zanchin@niuko.it   

cell 348 019 4335

 

 

Adding existing node

Allegati

  • Allegato DPCM 26 aprile 2020

Contattaci
per capire come possiamo aiutare te o il tuo team