Gestione della negatività in azienda

Metodi e tecniche per governare episodi critici nei team. Le basi per la sicurezza psicologica in azienda.
Data inizio e modalità

Su richiesta

Durata

12 ore

Learning Box

compreso

Obiettivi


Il comportamento negativo è frutto di pulsioni naturali profonde (bio), è un vulcano attivo provocato dai tratti personali (psico), è la lotta a volte esagerata tra categorie e ruoli in azienda (socio). Possiamo definire come “negatività” la propensione a comportamenti di universalità, inevitabilità ed anche di enfasi, che si manifestano quotidianamente nella forma di problemi organizzativi, conflitti interpersonali, malessere emotivo, errori.

Le negatività sono frequenti, sono a tutti i livelli, riguardano ciascuna persona o gruppo. La negatività è una grande fetta di ogni contesto o situazione, ed è sbagliato considerarla priva di risorsa, priva di qualunque informazione od opportunità.

Con il corso infatti proviamo a imparare a metterla nel conto, perché contigua alla positività e anche perché molto ricca di effetti generativi e di rivalutazione.

 Che cosa “ci portiamo a casa”?
  • Saremo in grado di comprendere le fonti del perché le negatività siano così frequenti, per poterle governare.
  • Svilupperemo le tecniche per la trasformazione della negatività nel team e col cliente.
  • Potremo sviluppare più agevolmente climi costruttivi, dove al centro c’è l’ingaggio e la connessione.

Destinatari


Figure di coordinamento: direttori, team leader, responsabili, project manager. Professionisti e consulenti. Responsabili qualità, sicurezza, diversity. Gruppi mirati su un compito, team di progetto.

Programma


Aggiornare le mappe: la negatività è anche una risorsa

  • Perché la chiamiamo negatività, tratti e definizioni
  • La triplice provenienza della negatività: ruolo, persona, biologia
  • L’inclinazione alla negatività
  • Razionalità limitata: tre cervelli, tre comportamenti automatici

Il Metodo anti-negatività (Man)

  • Negatività bassa: i passi pratici per la gestione in riunione, colloquio, linea
  • Il dispositivo pratico: esplorare e agire
    • Gestione negatività in posizione terza e Gestione della negatività personale
  • Tecniche: parola chiave e direzionale, passi concreti, tripletta, terzo tempo
    • Sicurezza psicologica in azienda

L’importanza di esprimere problemi, difficoltà, disagi

  • Far emergere e contenere le spinte critiche e problematiche
  • La riunione di ascolto per la rimotivazione
  • Tecniche: ingaggio sociale, sicurezza psicologica, apprezzamento, regolazione delle emozioni
  • Mini-casi, esercizi, prove. Conclusioni e riepiloghi

Richiesta informazioni