Attrezzature inidonee e infortuni: il punto di vista della Cassazione

Quota

Azienda iscritta a Confindustria Vicenza
110,00 + iva

Azienda non iscritta a Confindustria Vicenza
150,00 + iva

Data inizio e modalità

18 ottobre 2022 online

Durata

4 ore

Calendario lezioni

Obiettivi


In base a quanto stabilito dall’articolo 2087 del Codice civile, il datore di lavoro ha l’obbligo di adottare, in base alle caratteristiche dell’attività svolta, tutte le cautele e le misure necessarie per tutelare l’integrità psicofisica dei propri prestatori di lavoro.

Cosa succede, quindi, quando un dipendente subisce un infortunio sul lavoro a causa di un macchinario difettoso,, di un’attrezzatura non idonea o di uno strumento in cattivo stato di manutenzione o inadatto?

Il corso ha l’obiettivo di definire quali siano le responsabilità nel caso in cui un lavoratore utilizzi attrezzature inidonee per lo svolgimento dell’attività lavorativa e soprattutto verranno forniti interessanti spunti derivanti dagli orientamenti della Cassazione in tale ambito.

Destinatari


Aspp/Rspp – Dirigenti – Preposti

Programma


  • L’art. 2087 del Codice Civile
  • Gli obblighi del datore di lavoro ed i compiti dell’RSPP in merito alle attrezzature di lavoro
  • Le attrezzatture non conformi ai requisiti di sicurezza
  • Casi reali di infortunio e relative responsabilità
  • Il punto di vista della Cassazione ed i relativi orientamenti

 

Il corso è valido ai fini dell’aggiornamento di:

ASPP/RSPP come previsto dall’art. 32 del D.Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81 e dall’Accordo Stato Regioni del 7 luglio 2016; Datori di Lavoro che svolgono compiti di RSPP come previsto dall’art. 34 del D.Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81 e dall’ Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011: Dirigenti e Preposti, come previsto dall’art. 37 del D.Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81 e  dall’ Accordo Stato Regioni del 21 dicembre 2011

Iscrizione al corso

Attrezzature inidonee e infortuni: il punto di vista della Cassazione

Partecipanti

Calendario Lezioni