Durata
1 Giorno

Edizioni

Inizio 24 Gennaio 2019

Luogo Niuko - Fòrema - Padova, Via E.P. Masini, 2 (5° piano)


Quota

290,00€ + IVA
Iscritto a Confindustria PD - VI - TV - PN

370,00€ + IVA
Non iscritto a Confindustria


Il corso è compreso
nel Learning Box


Overview

Il corso si propone di analizzare le novità sulla detassazione (imposta sostitutiva 10%) prevista per i premi di risultato di ammontare variabile, corrisposti per incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione, nonché per le somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili dell’impresa. Verranno in particolari approfondite le somme oggetto di detassazione, le modalità di stipula degli accordi sindacali e la possibilità di prevedere, in alternativa e a scelta dei lavoratori, anche l'erogazione di beni e servizi (fringe benefit) legati al c.d. Welfare Aziendale. Saranno inoltre analizzate le problematiche legate alla concessione, alla modifica e alla revoca dei benefits piu' diffusi, nonche' il loro trattamento previdenziale e fiscale. La trattazione sara' accompagnata da esempi pratici e casi aziendali si sviluppo di piani di Welfare Aziendale.

Programma

1. Detassazione premi di risultato

  • imposta sostitutiva 10%: voci detassate, soggetti interessati, tetto massimo detassabile, limiti quantitativi del reddito soggettivo;
  • premi di risultato erogati ai lavoratori dipendenti in misura differenziata;
  • periodo di misurazione del risultato incrementale;
  • agevolazioni previdenziali e coinvolgimento paritetico dei lavoratori;
  • premi di risultato erogati da più datori di lavoro;
  • premi erogati in assenza di rappresentanze sindacali aziendali;
  • risultati aziendali territoriali o di gruppo;
  • anticipazioni e acconti di premi di risultato;
  • adempimenti operativi dell’azienda e del lavoratore.

 

2. Contrattazione aziendale e criteri per definire il premio di risultato detassato

  • caratteristiche di rappresentatività della controparte sindacale;
  • premio di risultato: contrattazione aziendale, obiettivi e criteri di misurazione, azienda partecipativa;
  • premio monetario: efficacia norme, deposito contratti e dichiarazione di conformità;
  • caso aziendale: fac-simile premi di risultato.

 

3. Welfare Aziendale

  • premio di risultato in Welfare Aziendale (cd. premio sociale);
  • definizione di retribuzione e di fringe benefits;
  • concessione e revoca dei fringe benefit;
  • unilateralità (regolamento aziendale) o bilateralità (contratto collettivo) dei piani di Welfare;
  • benefici fiscali e contributivi del Welfare;
  • vantaggi indiretti del Welfare Aziendale;
  • voucher per il riconoscimento di servizi di Welfare;
  • sostituzione del premio di risultato con la concessione di veicoli aziendali, con prestiti o con fabbricati;
  • conversione del premio di risultato con contributi alle forme pensionistiche complementari, con contributi di assistenza sanitaria o con azioni;
  • copertura del rischio di non autosufficienza o il rischio di gravi patologie;
  • benefit erogati in base a contratto nazionale;
  • somme erogate o rimborsate ai dipendenti per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto;
  • caso aziendale: fac-simile di costruzione di un piano di Welfare;
  • analisi di esperienze di Welfare Aziendale: fac-simile di premio risultato con opzione Welfare Aziendale.

 

4. Fringe benefits

  • autoveicoli concessi al dipendente ad uso di servizio, promiscuo o personale;
  • mense aziendali e buoni pasto;
  • cessione di beni o servizi aziendali;
  • alloggi concessi in locazione, in uso o in comodato;
  • servizi di trasporto collettivo;
  • prestiti agevolati ai dipendenti;
  • assegnazione del cellulare per servizio, uso promiscuo o personale;
  • assegnazione del personal computer per servizio, uso promiscuo o personale;
  • polizze assicurative;
  • altri fringe benefit.

Docente/i

Giuseppe Ponzio
Consulente del Lavoro in Vicenza, docente in materia di diritto del lavoro e sindacale per il Sole 24 Ore. Laureato a pieni voti in Economia e Commercio all'Università Cà Foscari di Venezia, ha conseguito il Master in Adapting Policies Management presso il Centro Internazionale di Formazione dell'OIL - ONU di Torino. E' abilitato alla Professione di Consulente del Lavoro dal 1998 ed iscritto all'Albo dei Consulenti del Lavoro di Vicenza. Oltre a svolgere la libera professione, si occupa dal 1994 di consulenza e formazione in materia di diritto del lavoro e sindacale, svolgendo attività formative in azienda e presso qualificati Enti Formativi a livello nazionale. In particolare collabora per Enti collegati a Confindustria e con il Sole 24 Ore. Innumerevoli i corsi e i convegni svolti sul tema legato ai premi di produttività e al Welfare Aziendale, nonché realizzazione di concreti piani di Welfare in Azienda legati ai premi di risultato.

Destinatari

Il corso è destinato agli Addetti e ai Responsabili del personale delle aziende, senza che sia necessaria una conoscenza specialistica in materia. E’ rivolto anche ai Responsabili Amministrativi e agli Imprenditori che intendano conoscere le opportunità che il nostro ordinamento giuridico prevede per premiare i lavoratori e nel contempo consentire risparmi in termini contributivi e fiscali.